Barrette proteiche: ecco come riconoscere quelle “buone”

Chi si dice “a dieta” o semplicemente segue un regime alimentare sano ed equilibrato, conosce bene l’importanza degli spuntini tra un pasto e l’altro. In questo senso le barrette proteiche occupano una posizione di primaria importanza.

Ce ne sono di tantissimi tipi e gusti differenti: ai cereali, al cocco e cioccolato o agli anacardi. Senza glutine, senza lattosio, alla soia, con aminoacidi, e così via. Alcune possono fungere da sostituto di un pasto vero e proprio, sicuramente più sane e ricche di nutrienti rispetto ad altri prodotti ricchi di calorie, ma non sono da considerarsi l’alimento ideale per uno sportivo.

Non sempre è possibile consumare un pasto sano, soprattutto quando si è a lavoro, quindi in questo caso una barretta proteica potrà soddisfare al fabbisogno nutrizionale. Diciamo che andrebbero consumate solo in caso di emergenza.

Il problema principale infatti è che non tutte le barrette proteiche rispettano alti standard di qualità. Saper scegliere una buona barretta è di fondamentale importanza, in quanto non tutte hanno ottime caratteristiche e non tutte sono adatte alla propria alimentazione.

Ecco allora una serie di consigli che possono aiutare nella scelta della barretta proteica più adatta per la propria dieta. A partire, ovviamente, da un’attenta lettura della tabella nutrizionale.

Proteine

Un valore importante (altrimenti non si chiamerebbero barrette proteiche) da controllore è il contenuto di proteine. Più ce ne sono meglio é: generalmente la percentuale si aggira intorno al 35%. Andare oltre il 40% significherebbe compromettere consistenza, omogeneità e gusto.

Bisogna guardare anche le fonti: quelle “buone” sono siero del latte, caseina. Quelle della soya non sempre sono di ottima fattura ed evita quelle di gelatina idrolizzata (non sono vere).

Zuccheri e carboidrati

Osservando la lista degli ingredienti delle barrette proteiche, è bene controllare il valore di zuccheri, dolcificanti e carboidrati. È evidente che un valore sbilanciato renderebbe questo snack più più simile ad una merendina, quindi inadatto al compito che gli vogliamo affidare.

È comunque difficile che esistano barrette completamente prive di questi due elementi: per essere equilibrate una barretta proteica da 100 grammi dovrebbero contenere meno di 20 grammi di zucchero, quelle da 50 grammi meno di 10 grammi.

Calorie totali

Un altro fattore molto importante da considerare nella scelte delle barrette proteiche. Dipende molto dal tuo obiettivo: se stai cercando di dimagrire, consumare siete su una barretta da 400 calorie non è esattamente ciò che rende facile la perdita di grasso.

Se il tuo obiettivo invece è quello di mettere su massa muscolare magra e stai lavorando per ottenere abbastanza calorie ogni giorno, una barretta proteica 400 calorie rappresenta un’ottima soluzione.

Scegli la barretta che fa per te

Sullo shop online di Farmaè puoi scegliere tra un’ampia offerta di barrette proteiche di ogni tipo, contenuto e gusto (https://www.farmae.it/catalogsearch/result/?q=barrette+proteiche).

Per qualsiasi dubbio o consiglio puoi chiamarci al numero del servizio clienti 800 943 430 o scriverci a: customercare@farmae.it