Benefici del magnesio: ecco perché è così importante

Oggi voglio parlarti di una sostanza molto importante per la nostra salute e che va introdotta solamente attraverso l’alimentazione, in quanto il nostro organismo non è in grado di sintetizzarla: il magnesio.

Il magnesio è un minerale vero e proprio, che allo stato puro appare lucente e di colore argentato. Facilmente infiammabile e attaccabile dagli acidi, non viene utilizzato per la fabbricazione di oggetti metallici proprio per la precaria resistenza alla corrosione, ma viene sfruttato nella composizione di leghe superleggere e meccanicamente resistenti.

Dopo queste notizie certamente non ti verrebbe da pensare che si tratti di una sostanza utile al nostro organismo. In realtà il magnesio ha un ruolo importante in molte reazioni fisiologiche all’interno del corpo e partecipa alla sintesi di centinaia di enzimi.

Ad esempio è necessario per l’assimilazione di sostanze davvero importanti come fosforo, calcio e potassio. Non solo: partecipa all’attività nervosa e muscolare, è utile per la regolazione della pressione arteriosa, per il metabolismo dei grassi, per la sintesi proteica, fa parte delle sostanze che compongono la costituzione ossea.

Carenza di magnesio: i campanelli d’allarme

Il fabbisogno giornaliero consigliato è pari pari a 250-350 mg per adulti e anziani e 450 mg per le donne in gravidanza e allattamento. In caso di carenza, il nostro corpo potrebbe reagire lanciando alcuni di questi segnali: stanchezza, nausea, inappetenza, debolezza muscolare, crampi addominali, depressione e insonnia.

Una carenza prolungata di magnesio nel sangue potrebbe portare ad un maggior rischio di subire fratture, nonché rappresentare un fattore di rischio aggiuntivo per l’osteoporosi
Nelle donne in età fertile la carenza di magnesio è stata associata alla sindrome premestruale.

Gli alimenti ricchi di magnesio

Le verdure a foglia verde sono senza dubbio tra le fonti principali in cui trovare buone quantità di Magnesio: spinaci, bietola e carciofi su tutte. In minori quantità, troviamo il magnesio anche nei broccoli, nei cavoli e cavolfiori.

L’altra grande categoria il cui consumo garantisce una buona quantità di magnesio sono cereali, rigorosamente a chicco intero come pasta e riso integrali. È importante sottolineare il termine “integrale”: la raffinazione dei cereali non fa altro che eliminare la crusca e il germe, lavorazione che costa la perdita dell’80% del magnesio contenuto.

Un’altra discreta fonte di magnesio è rappresentata dai legumi, in particolare piselli, fagioli, lenticchie e ceci; e non ci dimentichiamo della frutta secca, come mandorle e anacardi, che completano con la crusca, i pistacchi e le noci, gli alimenti con più alte quantità di magnesio.

Per quanto riguarda la frutta, ad eccezione di banane, fichi, pesche e avocado, va detto che è un cibo piuttosto scarso di magnesio così come agli alimenti di origine animale (carne, pesce, latte, formaggi).

Insomma, abbiamo visto come con un’alimentazione sana e bilanciata si possa tranquillamente raggiungere la quantità di magnesio consigliata ogni giorno.

Se però ti dovessi accorgere di soffrire di carenza di magnesio, puoi comunque ottenere il fabbisogno giornaliero attraverso il consumo di alcuni integratori specifici. Per questo ti rimando alla sezione dedicata sul nostro shop online, dove puoi trovare tutta una serie di prodotti a base di magnesio che potrai ricevere direttamente a casa tua: https://www.farmae.it/catalogsearch/result/?cat=0&q=magnesio

Se poi ne provi uno facci sapere come ti sei trovato.