Rinforza le tue ossa con la vitamina D: a cosa serve e dove trovarla

La vitamina D è una sostanza indispensabile per la salute delle ossa e del sistema immnutiario. Nota soprattutto per il suo ruolo nella formazione e il mantenimento di massa ossa e denti sani, in realtà è necessaria anche per regolare moltissime altre funzioni del nostro organismo.

Ad essere precisi, in natura esistono in due varianti di questa vitamina. La vitamina D2, presente prevalentemente nei funghi; e la vitamina D3, che viene sintetizzata dalla pelle in seguito all’esposizione ai raggi solari.

Se per rispettare il fabbisogno giornaliero consigliato di vitamina D2 bisogna mangiare gli alimenti giusti, per produrre la quantità di vitamina D3 necessaria per un corretto funzionamento dell’organismo, sono sufficienti 15 minuti al giorno di esposizione al sole.

A che cosa serve la vitamina D?

La scienza ha dimostrato che la vitamina D è essenziale per una corretta mineralizzazione delle ossa e dei denti durante l’accrescimento e per mantenere un’adeguata massa ossea e l’integrità dello smalto nel corso della vita adulta.

Non solo: contribuisce a mantenere normali livelli di calcio nel sangue, regolandone immagazzinamento nell’organismo, e allo stesso tempo impedendogli di depositarsi in altri tessuti del corpo, come i reni, le arterie o le cartilagini ossee, dove potrebbe causare disfunzioni e patologie severe

Questa funzione è davvero importante, in quanto il ruolo del calcio è anche fondamentale
per assicurare una corretta contrazione del cuore e degli altri muscoli dell’organismo.

Infine la vitamina D contribuisce anche alla normale funzione del sistema immunitario, lavorando per la prevenzione e la protezione dalle infezioni.

Dove si trova la vitamina D?

Per garantire all’organismo il giusto apporto di vitamina D, è necessario introdurre alcuni cibi che solitamente non sono di consumo quotidiano. Tra gli alimenti di origine animale più ricchi di vitamina D ci sono:

  • alcuni tipi di pesce: salmone, aringa, sgombro, sardine e in generale tutti i pesci dei mari del Nord, peraltro ricchi anche di grassi omega-3, che contribuiscono al buon funzionamento del sistema nervoso e dell’apparato cardiovascolare;
  • latte e yogurt inter;
  • burro;
  • formaggi grassi;
  • uova

L’unico alimento di origine vegetale ricco di vitamina D sono i funghi. Questo perché, proprio come gli essere umani, i funghi in grado di sintetizzare questa vitamina con l’esposizione alla luce UV.

I funghi selvatici sono un’ottima fonte di vitamina D2: alcune varietà contengono fino a 2.300 IU per 100 grammi.

Inserire nella propria dieta questo tipo di alimenti è molto importante soprattutto d’inverno. Se consumati con regolarità, possono, in parte, contribuire a controbilanciare l’insufficiente produzione di vitamina D3 da parte della pelle nei periodi di minore esposizione al sole.

Come in inverno appunto, o quando non si riesce a trascorrere abbastanza tempo all’aria aperta durante il giorno a causa altre circostanze particolari: condizioni meteorologiche sfavorevoli, un lungo periodo di malattia, o a causa degli impegni professionali.

Vitamina D, un aiuto dalla medicina

Un altro ottimo modo per rispondere al fabbisogno giornaliero di Vitamina d è assumere alcuni integratori alimentari naturali. Oggi ne te consiglio tre che puoi acquistare facilmente sul nostro shop online https://www.farmae.it/

Longlife Vitamina D compresse: ogni capsula contiene 10mcg di vitamina D3.
Vitamina D 4000 UI: assumere una compressa masticabile ogni 2 giorni.
Vitamina D Droplets Gocce: Assumere 1 goccia al giorno durante i pasti.