Latte artificiale: la guida per scegliere quello giusto per il neonato

Ogni mamma sa bene quanto sia importante allattare il proprio bimbo con il latte materno. Purtroppo però non sempre è possibile e le ragioni possono essere diverse.

Questo alimento è indispensabile nella crescita del bambino e se in passato non poter allattare il piccolo al seno poteva rappresentare un problema, oggi fortunatamente esiste un prodotto in grado di soddisfare le esigenze del bambino e apportare tutti i nutrienti necessari: il latte artificiale.

A differenza di quello che ancora oggi in molti credono, il latte artificiale è un prodotto sicuro per il bambino, che proprio come il latte materno può essere considerato un alimento completo e che risponde al fabbisogno nutrizionale del neonato.

Come si sceglie il giusto latte artificiale?

La prima distinzione riguarda la formula. Ne esistono di due tipi: la formula di partenza (latte n. 1) è studiata per bambini dalla nascita a 6 mesi; quella di proseguimento (n. 2) per bambini dai 6 mesi a 1 anno.

Una seconda distinzione la fa la forma del latte artificiale: in polvere o liquido. La composizione può essere la solita, ciò che cambia è durata una volta preparato.

Il latte artificiale in polvere dev’essere preparato con acqua oligominerale a 70° e deve essere consumato immediatamente dopo la preparazione (al massimo entro due ore), onde evitare la formazione di germi e batteri.

Il latte artificiale liquido rappresenta una soluzione più comoda e veloce rispetto a quello in polvere, poiché è pronto all’uso e già sterile. Anche il latte liquido però ha breve durata: appena aperto deve essere conservato in frigorifero per un massimo di 48 ore.

Quantità e numero dei pasti

Proprio come il latte materno, anche il latte artificiale può essere somministrato a richiesta, cioè quando il piccolo fa capire di avere fame e senza farsi guidare dall’orologio. La cosa importante in questo caso è cercare di rispettare le due ore tra un pasto e l’altro, per favorire la digestione del latte artificiale, più complesso da digerire rispetto al latte materno.

Se volessimo comunque avere una linea guida per quanto riguarda numero dei pasti e quantità, potremmo suddividerla così:

  • sei o sette poppate al giorno fino al sesto mese;
  • cinque poppate intorno al quarto mese;
  • quattro dal quinto/sesto mese

In merito alle quantità:

  • si comincia con 10 ml per pasto, aumentando la dose di 10 ml al giorno per la prima settimana, fino ad arrivare a 70-80 ml di latte;
  • dopo la prima settimana di vita ci si mantiene sui 100 ml a pasto almeno per il primo mese;
  • secondo mese si può aumentare fino a 110-120 ml a pasto;
  • terzo e quarto mese: circa 140-150 ml a pasto
  • quinto e sesto: 200-250 ml a pasto

Hai hai tutte le informazioni per scegliere il latte artificiale con nutrire il tuo nenonato. Non ti resta che andare nella sezione dedicata del nostro shop online (https://www.farmae.it/infanzia/alimenti/latti.html?p=5) ed acquistare uno dei tanti prodotti presenti.

Se qualsiasi dubbio o domanda puoi scriverci a (customercare@farmae.it) o contattare il nostro servizio clienti 800 943 430