Come dimagrire velocemente

Le due parole che sembrano sposarsi alla perfezione con la quotidianità della nostra società sono “last minute”, abbiamo poco tempo per far tutto, siamo sempre di corsa ed occupati e, diciamolo, con questa scusa trascuriamo la nostra alimentazione e lo sport, le due colonne portanti per un buono stato di salute ed una buona forma fisica. A pranzo mangiamo veloce ed ogni giorno rimandiamo l’iscrizione in palestra, poi arriviamo a giugno ed il panico ci assale e vorremmo perdere quei chiletti di troppo e rassodare alcuni punti critici del nostro corpo dal giorno alla notte…o quasi! Vorremmo cioè recuperare in massimo una settimana il lavoro che avremmo dovuto fare con costanza nei 9 mesi precedenti.

Impossibile? No, seguendo i giusti consigli è possibile ottenere dei risultati soddisfacenti anche in 7/10 giorni, che devono però rappresentare la base per uno stile di vita migliore, all’insegna della cura di sé e del proprio benessere. Detto in parole semplici, è poco utile seguire un certo regime alimentare e andare a correre o comunque allenarsi tutti i giorni per una settimana se poi fino alla bella stagione dell’anno successivo non si fa più niente. I chili persi in breve tempo si riprendono con estrema facilità perché si tratta principalmente di liquidi, per questo consigliamo di sfruttare comunque il periodo estivo per cambiare il proprio stile di vita.

Come già detto, i pilastri per il benessere e per il miglioramento della forma fisica sono l’alimentazione e l’attività fisica, quindi si evince che per perdere peso in poco tempo serve rivedere quel che si mangia e bisogna anche sforzarsi per muoversi di più. Ci teniamo a sottolineare tuttavia che per perdere peso non necessariamente bisogna mangiare di meno, ma optare semmai per quegli alimenti che sono in grado di dare una sterzata al metabolismo. Infatti è proprio un’accelerata al nostro metabolismo che aiuta a sentirsi più leggeri e per avere una stimolazione maggiore, nonché risultati più rapidi, si consiglia anche di praticare un po’ di attività aerobica.
Alimentazione e sport creano una sinergia tale da influenzare positivamente anche l’umore, per questo si consiglia sempre di non esagerare con le privazioni altrimenti si accumula stress che crea delle tensioni negative.

Questo per dire che i digiuni e le diete fai da te creano solamente un circolo vizioso che non fa bene alla salute, sarebbe dunque da preferire un regime alimentare che prevede anche fino a 6 pasti al giorno, 3 dei quali spuntini, ed almeno 3 allenamenti settimanali.
Ognuno di noi ha la propria fisicità e le proprie caratteristiche e non è detto che una dieta last minute funzioni per tutti, o che funzioni in egual misura, per questo non è nostra intenzione proporre una dieta dimagrante, quanto invece presentare i cibi migliori per depurarsi in 7 giorni.

Probabilmente lo avete già letto e lo avete sentito dire, ma è così: per depurarsi non c’è niente di meglio che la frutta e la verdura, soprattutto quella di stagione. Essa non deve rappresentare un pasto, specialmente la frutta, ma durante l’arco della giornata può essere consumata in più occasioni, come a colazione o per gli spuntini mattutini e pomeridiani. Ananas, anguria e melone sono degli ottimi drenanti, mentre fragole, ciliegie, pere e kiwi si prestano bene per delle fresche macedonie o dei frullati energizzanti.

Per i due pasti principali della giornata si consigliano verdure, proteine, cereali integrali e fibre, che tra le tante proprietà hanno quella di aumentare la sensazione di sazietà. Fare il pieno di fibre, che sono contenute in fagioli, ceci e piselli, è molto importante per tenere lontani gli attacchi di fame, i quali possono essere placati anche con prodotti, barrette o integratori ad hoc, che hanno cioè proprio una funzione “spezzafame”.

Come abbiamo visto, tanti sono i cibi alleati della dieta, ma affinché la loro efficacia sia massima è importante evitare altresì altri alimenti e bevande. Anche ciò che assumiamo in forma liquida ha una grande rilevanza, per questo dovremmo bere tanta acqua naturale che ci idrata ed aiuta a drenare, ma dovremmo escludere quasi del tutto dalla nostra quotidianità il consumo di bevande zuccherate ed alcoliche. Gli zuccheri tendono ad appesantire, quindi oltre che nelle bevande, vanno limitati anche a livello di alimenti. Dolci e caramelle, insieme ai carboidrati raffinati, quelli cioè che si trovano principalmente nella pasta e nel pane di farina 00, andrebbero assunti al massimo una volta alla settimana.