Prendersi cura dei capelli bianchi: consigli e rimedi per rallentarne la crescita

Solo una donna conosce e sa capire l’importanza dei capelli nella vita di tutti i giorni. Il loro aspetto è il primo dettaglio che viene notato dalle altre persone. Averli belli e curati, ci fa stare bene e ci aiuta ad avere più fiducia in noi stesse.

C’è però un momento nella vita di ogni donna che, prima o poi, arriva per tutte (o quasi) e mette in crisi le nostre sicurezza: la comparsa dei capelli bianchi. È una cosa da mettere in conto e su cui ci si può fare bene poco.

I capelli bianchi sono la conseguenza della scorrere dell’età, ma non arrivano per tutti nello stesso momento: a qualcuno sono già visibili a 25 anni, altri a 70 riescono ad averli ancora del loro colore naturale. Questione di fortuna, perchè ad incidere maggiormente è la genetica.

In generale i primi capelli bianchi compaiono, sia nei maschi che nelle femmine, intorno ai 40 anni. Questo perché da un certo punto della nostra vita in avanti il nostro organismo riduce la produzione di melanina, ossia il pigmento che dà colore ai capelli.

Se, invece, questo processo fisiologico inizia prima dei 20-25 anni si ha la cosiddetta canizie precoce. Si tratta del progressivo scolorimento dei capelli e dei peli, che assumono tonalità bianco-argentea.

Capelli bianche: le cause della loro comparsa

Le cause della nascita dei primi capelli bianchi sono tante, ma come detto la principale è da ricercare nel nostro sistema genetico e nel DNA trasmesso da i nostri genitori. La causa di questo è dovuta ai follicoli dei capelli che contengono un pigmento chiamato melanina.

Quando il corpo smette di produrre questi pigmenti, i capelli iniziano a perdere colore, si ingialliscono e piano piano diventano di colore bianco. Oltre a cambiare colore, la riduzione di melatonina diminuisce anche robustezza e lucentezza.

Un’altra condizione che causa la comparsa dei capelli bianchi è lo stress. Secondo alcune ricerche si è ipotizzato che l’Acth, ormone da stress prodotto dall’ipofisi, se secreto in grande quantità a seguito di una forte tensione o di un grosso spavento, interferirebbe con l’attività dei melanociti dei follicoli.

I ricercatori americani che hanno condotto lo studio, hanno dimostrato come tensioni e paure facciano perdere al capello la melatonina, quindi favorendo il cambio di colorazione, oltre a rischiare di farlo sfibrare e cadere.

Altri aspetti che incidono sulla comparsa dei capelli bianchi sono:

  • l’assunzione di alcuni farmaci
  • alcune patologie, come la tiroide e l’anemia perniciosa
  • secondo alcuni studi, anche il fumo di sigaretta può avere una correlazione con la comparsa dei capelli bianchi

Contrastare la crescita dei capelli bianchi

In quanto collegata all’ereditarietà o dal naturale processo di invecchiamento, è evidente che non è possibile bloccare definitivamente la crescita dei capelli bianchi. Si può però rallentare il processo e intervenire con piccole accortezze, che inevitabilmente sono legate all’alimentazione.

La nostra dieta dovrebbe veder comparire gli alimenti ricchi di rame: la frutta secca, il fegato, i funghi secchi, il cacao, i molluschi, i semi di girasole e la crusca di grano. Un altro minerale di cui fare il pieno è il selenio, indispensabile per la salute della chioma. Si trova nel pesce azzurro, nel salmone, all’uva passa e nelle germe di grano.

Fra le vitamine accusare la carenza di quelle del gruppo B, presenti nei legumi (in particolare fagioli secchi e ceci), nel lievito di birra, nelle banane e nelle prugne. Infine Per prevenire i capelli bianchi non dimenticate le vitamine A, C ed E, ricche di antiossidanti e utili per contrastare l’invecchiamento precoce e l’azione dei radicali liberi.

L’altro rimedio efficace per nascondere i capelli bianchi è tingerli. Sullo shop online di Farmaè trovate una grande scelta di prodotti (https://www.farmae.it/cosmetici/capelli/tinture.html) per una tinta fai da te (per maggiori dettagli consultate il nostro articolo) senza errori.