Tinta fai da te, consigli ed errori da evitare

Per qualcuna l’appuntamento mensile dal parrucchiere è un must al quale è impossibile rinunciare. Altre invece preferiscono il comfort di casa, in assoluta privacy e senza l’ansia di dover rispettare gli orari.

Sicuramente non garantirà gli stessi risultati ottenuti da chi si rivolge a un professionista, ma la tinta fai da te è diventata una soluzione che soddisfa molte donne.

Le continue innovazioni inoltre hanno reso la colorazione “domestica” pratica e semplice, anche considerando il fatto le più comuni confezioni in commercio sono tutte dotate di un minikit con istruzioni ben precise per eseguire l’operazione autonomamente.
(Sul nostro shop – link https://www.farmae.it/cosmetici/capelli/tinture.html – puoi scegliere fra decine di prodotti per la tinta fai da te)

Ciò non significa che questo procedimento debba essere eseguito con superficialità, perchè il passo falso è sempre dietro l’angolo. Ecco allora una serie di consigli utili per una tinta fai da te senza errori!

Fai prima un test del prodotto
Fare un piccolo test per vedere come reagirà la pelle a contatto con il prodotto è sempre una buona idea. Applicane una piccola quantità alla base dei capelli, sulla nuca, e aspetta qualche minuto per vedere se ci sono reazioni indesiderate (un po’ di prurito è normale, ma non dovrebbe gonfiarsi o bruciare).

Inoltre, visto che difficilmente puoi prevedere il risultato finale, fai una tinta di prova su una sola ciocca per vedere esattamente che colore diventerà. Scegli una ciocca un po’ nascosta, in modo da poterla tagliare senza fare danni qualora il risultato non ti soddisfi.

Indossa i guanti e proteggi i tuoi abiti

Prima di cominciare le operazioni, indossa dei guanti protettivi per le mani. Per sicurezza, rimettili anche al momento del risciacquo del colore.

Le più attente si procureranno di una mantellina impermeabile come quelle che ti fanno indossare dal parrucchiere. La soluzione più semplice per proteggere i vestiti resta comunque quella di mettersi sulle spalle un asciugamano un po’ usurato, oppure indossare una vecchia t-shirt. che non usi più.

Pennello e carta stagnola per una tinta fai da te
Solitamente nelle confezioni in commercio la boccetta del colore è dotata di un erogatore, ma per applicare la colorazione più uniformemente puoi ricorrere all’utilizzo di un comune pennello, proprio come fa il parrucchiere.

Dopo aver eseguito la miscelazione come indicato nelle istruzioni, applica il colore sulle direttamente radici dei capelli e ciocca per ciocca. A questo usa il pennello per spalmare il composto in modo omogeneo.

Conclusa l’applicazione della tinta, puoi ricoprire la testa con della carta stagnola (o della pellicola se preferisci): servirà tenere ferma la capigliatura e far aderire meglio il colore. Non solo: il microclima creato dalla carta stagnola potenzierà l’azione del colore sui capelli!

Sciacqua con il trattamento della confezione

Uno degli errori più comuni in una tinta fai da te è il risciacquo con aceto di mele o shampoo: sono assolutamente vietati perché seccano ulteriormente il capello. Dopo la colorazione bisogna utilizzare il trattamento specifico che trovi nel kit della colorazione, studiato appositamente per garantire nutrimento al capello e brillantezza al colore.