Abitudini sbagliate che possono causare pressione alta

Ancora oggi molti pazienti scoprono di avere la pressione alta per caso. I medici raccomandano di misurarsela almeno una volta l’anno, ma chi lo fa davvero?

La pressione sanguigna può subire sbalzi notevoli e improvvisi dovuti a condizioni di salute, cambiamenti climatici o stati d’ansia. Il livello di pressione è dovuto a diversi aspetti: in primis dalla genetica, ma anche da stile di vita, dieta, allenamento e abitudini del sonno.

Una dieta ricca di grassi, sale e zuccheri e uno stile di vita sedentario, possono influenzare in negativo livelli di pressione sanguigna. Ma ci sono anche altre abitudini che possono aumentare il rischio di soffrire di ipertensione e che possiamo modificare o eliminare completamente.

Farmaci

Diversi farmaci da banco utilizzati come antidolorifici possono provare pressione alta, antinfiammatori inclusi (FANS). Il paracetamolo sembra poter essere escluso da questa listam, invece bisogna fare attenzione decongestionanti, anticoncezionali, immunosoppressori, chemioterapici e corticosteroidi.

Alcool e caffè

Alcool e caffeina possono contribuire all’aumento della pressione sanguigna. In questo senso i medici consigliano di non superare mai le due-tre tazze di caffè al giorno, al fine di evitare che l’ipertensione raggiunga livelli critici.

Anche l’alcol dovrebbe essere limitato a non più di un bicchiere al giorno per le donne e due per gli uomini. Gli esperti consigliano anche di limitare il consumo di tè verde e di altri prodotti correlati alla caffeina, come il matcha, responsabili di un aumento di adrenalina in un individuo.

Cibi no

Per evitare che i livelli di pressione del sangue si alzino improvvisamente, dobbiamo fare attenzione anche a ciò che mangiamo. Tra i cibi di cui limitare il consumo c’è la liquirizia: può provocare ritenzione idrica e conseguente aumento della pressione. Salse pronte come ketchup, maionese e salsa di soia contengono grandi quantità di sale, quindi assolutamente da evitare.

Lo stesso dicasi per salumi e carni lavorate (oltre a contenere elevate quantità di sale questi sono ricchi di grassi) e cibi in scatola, pronti o conservati sotto sale: prodotti spesso addizionati con sale, che possono contenere anche zuccheri e conservanti e interferire con un sano regime alimentare.

Pressione alta, altri aspetti da tenere in considerazione

Oltre alla cattive abitudini da correggere ed eventualmente eliminare del tutto, ci sono anche tutta una serie di comportamenti utili per tenere sotto controllo la pressione alta.

Oltre a tenere una dieta sana ed equilibrata, povera di zuccheri e grassi, è importante svolgere regolare attività fisica, tenere sotto controllo il peso corporeo, ridurre situazioni e comportamenti che generano stress.