Calmare la tosse: consigli per capire da cosa può dipendere

Più che una patologia, la tosse è un disturbo molto comune che si presenta quando una sostanza estranea entra in contatto con le mucose respiratorie, ostacolando le vie aeree. In pratica è il meccanismo di difesa attraverso il quale l’organismo tenta di allontanare e rimuovere eventuali agenti irritanti e/o patogeni.

Solitamente, infatti, viene scatenata da uno stimolo che può essere di natura fisica: un boccone di cibo o la saliva “andata di traverso”, un’eccessiva presenza di muco, oppure può essere un componente irritante di natura chimica disperso nell’aria (fumo, solventi, vapori, particolari essenze molto forti).

Tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo accusato questo sintomo e sappiamo quanto sia fastidioso. Ecco perché, per il nostro benessere, la prima cosa a cui pensiamo quando la accusiamo è trovare un modo per calmare la tosse.

Prima di farlo e nel modo giusto, è fondamentale individuare la causa che l’ha scatenata e anche la tipologia di tosse che si è sviluppata per contrastare tale causa.

Calmare la tosse: capire da cosa può dipendere

I fattori che possono indurre il nostro organismo a difendersi scatendando la tosse, possono essere davvero molti. Fra le cause più comuni citiamo:

  • Allergie di varia natura;
  • Inalazione di sostanze irritant (fumo di sigaretta, smog, ecc.);
  • Infezioni di natura batterica, virale o micotica;
  • Patologie polmonari e altre patologie in grado di attivare il riflesso della tosse;

Tipologia di Tosse

Una volta individuata la causa, prima di adottare una terapia che possa calmare la tosse, bisogna individuare la tipologia. Ne possiamo distinguere due, ognuna delle quali può riscontrare caratteristiche diverse.

  • Tosse secca: senza catarro o improduttiva;
  • Tosse grassa: con espettorato (quindi con catarro) e cioè produttiva

Può essere soffocante (o “abbaiante”): ogni volta che si prende fiato e si inspira, si emette un suono stridulo (simile al latrato di un cane). Probabilmente è dovuta ad un’infiammazione della laringe, dove sono situate anche le corde vocali. Nel giro di qualche giorno evolve in tosse grassa.

Se pizzica in gola e risulta insistente, può essere accompagnata da un’infiammazione della trachea, della faringe o dei bronchi. Anche in questi casi, dopo qualche giorno, la tosse da secca si trasforma in grassa.

Se invece la tosse è “stizzosa”, toglie il fiato o tende ad essere spasmodica, probabilmente ha origine allergica.

Consigli e rimedi per calmare la tosse

Se cerchi un rimedio naturale per calmare la tosse grassa, possiamo consigliarti di aumentare il consumo di liquirizia e finocchio. Entrambi sono alimenti anti espettoranti ed antinfiammatori, utili per eliminare la tosse grassa e per contrastare le affezioni caratterizzate dalla formazione di catarro.

La liquirizia può essere assunta per via orale, ad esempio, utilizzandone le radici all’interno di infusi; il finocchio in forma di semi, sempre per via orale, oppure in forma di infuso.

Per quanto riguarda la tosse secca, il miglior rimedio naturale, nonché il più antico, è il miele: da assumere da solo o sciolto in una calda bevanda calda, riduce il fastidio della tosse persistente e svolge un’azione emolliente e lenitiva.

Se questi rimedi non sono sufficienti per calmare la tua tosse, puoi passare ad una cura farmacologica scegliendo fra i tanti prodotti presenti nello shop online di Farmaè.

A questo link trovi i prodotti per sedare la tosse (https://www.farmae.it/dietetici/integratori/tosse.html), ma ricorda: prima di scegliere la terapia, soprattutto in caso di tosse persistente, è sempre bene chiedere consulto al proprio medico.