Come eliminare liquidi in eccesso? 5 consigli

Eliminare i liquidi in eccesso è uno degli obiettivi comuni a molte donne, che, con l’arrivo della bella stagione, vogliono apparire in perfetta forma, eliminando il fastidioso gonfiore a gambe e addome, cellulite e inestetismi dovuti alla ritenzione idrica.

Se anche tu ne soffri, non ti allarmare. Per eliminare o ridurre i liquidi in eccesso basta correggere alcune abitudini e condurre uno stile di vita più sano e attento.

A questo scopo vogliamo fornirti 5 consigli, utili non solo per ridurre problemi estetici derivanti dallo scarso drenaggio, ma anche per regalare al fisico salute e benessere.

Ecco come vedere risultati in poco tempo, prendendoci cura della nostra persona.

1. Bevi più acqua

Bere molta acqua garantisce all’organismo una giusta idratazione e aiuta il corpo a eliminare i liquidi in eccesso. Può sembrare contraddittorio, ma non lo è affatto.

Assumere almeno 2 litri di acqua suddivisi durante il giorno favorisce, infatti, l’idratazione del corpo e aiuta a diluire i liquidi stagnanti carichi di tossine, che vengono eliminati attraverso le urine.

Inoltre, l’assunzione di acqua lontano dai pasti è essenziale per mantenere una corretta idratazione e favorire una buona digestione. Questo aiuta a mantenere il normale funzionamento del corpo, evitando il gonfiore addominale.

È, quindi, consigliabile bere almeno 30 minuti prima o dopo i pasti per massimizzare i benefici dell’acqua.

Ricorda, inoltre, di suddividere l’assunzione di acqua nel corso della giornata per garantire un apporto costante e promuovere l’eliminazione dei liquidi in eccesso attraverso l’urina.

2. Riduci il consumo di sale

Il consumo eccessivo di sodio può causare ritenzione idrica e gonfiore. Perciò, ridurre il consumo di sale si rivela molto importante nell’eliminare i liquidi in eccesso.

Poiché il sodio è presente in molti alimenti, sia naturalmente che come additivo, eliminarlo completamente è piuttosto difficile.

L’obiettivo più semplice che possiamo prefiggerci è, quindi, quello di evitare di aggiungere sale ai pasti o farlo in modo moderato, limitando anche l’assunzione di cibi molto salati.

È, dunque, possibile equilibrare l’apporto di sodio, utilizzando la logica degli abbinamenti alimentari. Ad esempio, se si prepara una pasta con un sugo saporito, non è necessario aggiungere sale all’acqua di cottura, poiché la pasta assorbirà il sapore del sugo stesso.

Inoltre, è possibile insaporire le pietanze con aromi e spezie anziché aggiungere sale.

In questo modo, con una corretta gestione dell’apporto salino, è possibile ridurre la ritenzione idrica e limitare la cellulite, favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso nel corpo.

3. Fai attività fisica

Come risaputo, il movimento e l’attività fisica contribuiscono al benessere generale dell’organismo e sono particolarmente consigliati se devi risolvere il problema dei liquidi in eccesso.

Lo sport, infatti, stimola la sudorazione, permettendo al corpo di eliminare immediatamente liquidi e tossine. Inoltre, l’esercizio fisico migliora la circolazione del sangue e attiva il sistema linfatico, entrambi fattori cruciali per la rimozione delle tossine accumulate.

Sono diverse le attività sportive che favoriscono questo processo:

  • camminata o corsa, migliorano la circolazione e stimolano il sistema linfatico;
  • nuoto, riduce la pressione sulle articolazioni e favorisce il movimento libero;
  • yoga, migliora la circolazione e stimola il sistema linfatico attraverso movimenti lenti e controllati;
  • arti marziali, aiutano a purificare il corpo tramite l’esercizio fisico intenso e la sudorazione;
  • danza, favorisce l’eliminazione dei liquidi in modo divertente e rilassante.

È importante sottolineare che quasi ogni attività sportiva, che stimoli il sistema linfatico o induca la sudorazione, è benefica per eliminare l’accumulo di liquidi e mantenere una buona salute.

È, però, consigliabile iniziare gradualmente e aumentare l’intensità e la durata dell’esercizio fisico per evitare lesioni o fastidi, soprattutto per coloro che non sono abituati a fare attività fisica regolare. In questi casi, è consigliabile rivolgersi a un programma di allenamento personalizzato o a un personal trainer che possa fornire una guida adeguata durante ogni sessione.

4. Segui una dieta equilibrata

Il consiglio di seguire una dieta equilibrata è proprio inevitabile. Prendilo come regola base per ogni problema di salute, fortemente indicato anche se non devi espellere i liquidi in eccesso.

Non parliamo di diete dimagranti o detox estreme, ma di prestare attenzione agli ingredienti utilizzati per i pasti e integrare erbe, piante e cibi drenanti che favoriscano la funzionalità del sistema linfatico.

Una dieta drenante consiste nel selezionare e privilegiare alimenti che:

  1. favoriscono il drenaggio e la diuresi;
  2. migliorano la circolazione linfatica;
  3. aiutano l’eliminazione delle tossine accumulate;
  4. apportano benefici a fegato e reni;
  5. idratano la pelle.

È bene precisare che la dieta drenante non richiede una rigidità eccessiva, ma segue regole generali di buon senso e di rispetto per i bisogni del nostro organismo.

La dieta deve essere bilanciata in termini di proteine e grassi e non richiede l’eliminazione completa di una classe di alimenti.

In generale, poi, per non sovraccaricare l’apparato digerente, è importante consumare 5 pasti al giorno:

  1. prima colazione sana;
  2. merenda di mezza mattinata (frutta fresca, snack di cereali, frutta a guscio o essiccata);
  3. pranzo contenente proteine, carboidrati e verdure;
  4. merenda del pomeriggio ( frutto fresco o frutta secca, snack di cereali, gelato);
  5. cena con carboidrati, verdure, proteine;

Ecco alcuni alimenti da includere nella dieta per favorire l’eliminazione dei liquidi in eccesso:

  • verdure drenanti, come sedano, asparagi, cetrioli, carciofi, cavolo, spinaci, prezzemolo;
  • frutti diuretici, ad esempio anguria, melone, kiwi, ananas, agrumi;
  • cibi ricchi di potassio, quali banane, avocado, patate, pomodori, fagioli, lenticchie;
  • alimenti ricchi di antiossidanti, come bacche, melograno, uva, agrumi, fragole;
  • tè verde e infusi di erbe drenanti, tra cui ortica, tarassaco, tè verde, tè diuretici;
  • spezie drenanti, quali zenzero, curcuma, cannella, peperoncino;
  • proteine magre, da pollo, tacchino, pesce, uova, tofu;
  • cereali integrali, tra cui riso integrale, quinoa, avena;
  • olio d’oliva e olio di cocco per favorire il corretto funzionamento del sistema linfatico.

Come è intuibile, quindi, una dieta per eliminare i liquidi in eccesso non implica saltare pasti, ma piuttosto escludere alcuni cibi e riconoscere gli errori alimentari comuni e apportare cambiamenti per migliorare la funzionalità del sistema linfatico.

5. Consuma integratori drenanti

Per eliminare i liquidi in eccesso puoi anche ricorrere al consumo diintegratori drenanti.

Questi prodotti contengono sostanze che favoriscono il drenaggio dei liquidi accumulati, spesso carichi di scorie e tossine.

La loro azione è proprio volta a attivare il sistema linfatico anche quando non funziona correttamente.

A causa di uno stile di vita sedentario o abitudini alimentari scorrette, infatti, la linfa può ristagnare nei tessuti, causando tutta una serie di problemi connessi con la ritenzione idrica, come gonfiore, cellulite, pelle a buccia d’arancia e problemi più gravi come insufficienza venosa e fragilità capillare.

Ecco in quanti molteplici modi gli integratori drenanti contrastano questo disturbo, svolgendo diverse funzioni:

  1. diuretica, stimolando i reni a produrre una maggiore quantità di urina e favorendo l’eliminazione dei liquidi attraverso la minzione frequente;
  2. depurativa, molti integratori drenanti contengono sostanze e fibre che agiscono sul fegato e l’intestino, favorendo una profonda depurazione dell’organismo;
  3. stimolazione del microcircolo, grazie ai flavonoidi che migliorano la circolazione sanguigna e dei liquidi corporei, contrastando il ristagno e l’accumulo di liquidi, riducendo così il gonfiore, gli edemi e la cellulite;
  4. dimagrante, poiché l’eliminazione dell’eccesso di liquidi favorisce il controllo del peso corporeo.

Gli integratori drenanti possono, perciò, contribuire a migliorare l’aspetto estetico e sostenere il benessere generale.

È importante sottolineare che gli integratori alimentari devono essere assunti seguendo le dosi consigliate e consultando un professionista della salute o un nutrizionista per valutare la loro compatibilità con la propria situazione individuale. Per migliorare la loro efficacia, è possibile combinare l’assunzione di integratori con l’applicazione di creme contro gli inestetismi della pelle.

Naturalmente, accanto all’assunzione di integratori, è fondamentale mantenere uno stile di vita sano, rispettando gli altri quattro consigli che ti abbiamo appena dato.

Se hai scelto dunque di adottare un approccio olistico, combinando scelte alimentari consapevoli e uno stile di vita attivo con integratori drenanti, visita il nostro Shop per trovare il prodotto più indicato a te tra i tanti proposti.