Lombalgia: come prevenire e trattare il fastidioso mal di schiena

Sono poche le parti del corpo che causano dolore e sofferenza come la zona lombare. Chi soffre di mal di schiena a livello cronico, infatti, si trova a dover sopportare un vero supplizio.

Purtroppo a doverci fare i conti sono in molti: si stima che almeno l’80% della popolazione mondiale abbia avuto a che fare almeno una volta nella vita con episodi di lombalgia, specialmente i soggetti tra i 40 e i 50 anni.

Oltre che molto comune, il mal di schiena è un disturbo che non è riconducibile ad una patologia specifica, né provocato da una sola causa. Nella maggior parte dei casi, comunque, è dovuto a un infortunio dei muscoli e/o dei legamenti della schiena.

Un’eccessiva tensione, una contrattura, uno stiramento o uno strappo, un comportamento posturale errato ripetuto nel tempo oppure un movimento innaturale: sono tutti episodi che possono causare un forte mal di schiena.

Ci sono anche altre circostanze, seppur meno frequenti, che possono provocare dolore alla zona lombare. Tra i più diffusi citiamo:

  • fratture o tumori vertebrali
  • ernia del disco
  • sciatalgia
  • calcoli o infezioni renali
  • osteoratrite
  • gravidanza

Oltre a questi aspetti vanno considerati una serie di fattori di rischio che possono, nel corso del tempo, portare a soffrire di lombalgia. Potremmo dividerli in due categorie:

individuali: l’età, essere o meno fumatori, il peso in eccesso, l’ansia, lo stress, un’eccessiva attività fisica o viceversa una prolungata sedentarietà, obesità, età avanzata, eccesso di pratica sportiva, ansia e stress.

occupazionali: riguardano la necessità di trascorrere molto tempo in piedi o seduti (alla scrivania o alla guida dell’auto) per motivi di lavoro, le vibrazioni prodotte dal veicolo o lo svolgimento di mansioni in cui è previsto il ripetuto sollevamento di oggetti molto pesanti.

Prevenzione e terapia

Anche se nella maggior parte dei casi il dolore lombare è legato naturale fenomeno dell’invecchiamento, alcuni accorgimenti possono aiutare a prevenire il mal di schiena e soprattutto ad evitare che diventi cronico.

Come ad esempio utilizzare adeguatamente il proprio corpo durante il sollevamento di pesi, evitando eccessive torsioni della schiena. È molto importante anche cercare di mantenere una postura corretta, specialmente in posizione seduta, in maniera tale da non alterare la normale anatomia della colonna vertebrale.

Infine è fondamentale praticare un regolare esercizio fisico e con le giusta modalità. L’inattività da una parte e lo sforzo fisico eccessivo dall’altra, sono accertati fattori di rischio della lombalgia dovuta a problematiche muscolari.

Assodato che la miglior terapia in assoluto è il riposo, al fine di evitare sforzi che potrebbero peggiorare la situazione, esistono farmaci analgesici e antinfiammatori che possono alleviare il dolore.

In questo senso, uno dei prodotti più venduti sul nostro shop è il cerotto lombare coadiuvante, particolarmente indicato per mal di schiena, cervicale, dolore del nervo sciatico, sovraccarico muscolare (spalla, gomito, ginocchio, polpaccio ecc).

In alternativa ti consigliamo Voltadvance: in formato solubile, è indicato per alleviare mal di schiena e altri dolori di varia natura, quali, ad esempio, dolori alle articolazioni, dolori muscolari, mal di testa e di denti, dolori mestruali.