Magnetoterapia: consigli e strumenti per un trattamento efficace

Sempre più diffusa in molte aree della medicina, la magnetoterapia è una terapia considerata molto efficace, non invasiva e soprattutto sicura. Conosciuta in campo scientifico come biorisonanza terapeutica, sfrutta l’azione fisica delle onde elettromagnetiche a diverse frequenze e intensità, mobilitando gli ioni positivi e negativi presenti nelle cellule dell’organismo.

Inizialmente questa tecnica veniva utilizzata principalmente per la cura del dolore, in particolare per il trattamento dell’artrosi e per le patologie dell’osso. La sua azione infatti contribuisce ad accelerare il processo di consolidazione delle fratture, soprattutto se applicata con campi elettromagnetici pulsati a bassa frequenza per tante ore al giorno.

Col tempo però si è capito che l’azione della magnetoterapia può essere applicata per la cura di diverse patologie. Tutti i tipi di artrosi: cervicale, dorsale, dell’anca, del ginocchio, anche in forme avanzate.

Problemi legati a tendini e legamenti, problemi cutanei (lesioni, ustioni o piaghe da decubito), ma anche patologie molto importanti che costituiscono degli impegni notevoli dal punto di vista terapeutico, come le ulcere diabetiche che sono delle situazioni abbastanza complesse.

Vantaggi e benefici della magnetoterapia

I vantaggi della magnetoterapia sono numerosi e provati scientificamente. Come detto si tratta di una terapia non invasiva e sicura, non dolorosa e senza nessun effetto collaterale. Può essere applicata per periodi molto lunghi anche a casa propria, grazie all’utilizzo dei tanti apparecchi domestici che si trovano facilmente in commercio.

Le controindicazioni esistono ma sono poche: bisognerebbe evitare di utilizzare la magnetoterapia in presenza di stimolatori cardiaci o pacemaker, se si soffre di patologie infettive e di riconosciute patologie tumorali, se la donna che la utilizza è in stato di gravidanza.

I benefici sono davvero importanti: azione antinfiammatoria e antidolorifica, accelerazione della calcificazione delle fratture, aumento dell’irrorazione sanguigna e miglioramento della circolazione, azione cicatrizzante e nel miglioramento del metabolismo della pelle.

Quali sono i migliori apparecchi per la magnetoterapia?

Il mercato offre una gamma molto ampia di dispositivi per magnetoterapia. Prima di tutto è fondamentale assicurarsi che si tratti di un dispositivo medico con relativo certificato CE rilasciato dall’ente autorizzato dal Ministero della Salute.

Sul nostro shop trovi un’ampia scelta di apparecchi per la magnetoterapia, ognuno con caratteristiche e costi diversi. Ti segnaliamo e i tre più apprezzati dai nostri clienti.

Mag 1000: apparecchio ideale per la terapia domiciliare. Dotato di ampio display con indicazione dei parametri di terapia, possibilità di collegare 2 fasce terapeutiche, regolazione dell’intensità su 3 livelli.

Mag 700: apparecchio per magnetoterapia, ad un canale, capace di agire sulle principali patologie osteoarticolari. Riconoscimento automatico in caso di cavo scollegato, possibilità di impostare fino a 11 programmi diversi, autonomia di 24 ore e 59 minuti.

Orthomag: dispositivo per magnetoterapia ortopedica a bassa frequenza utilizzabile ovunque. Il primo al mondo con applicatore universale flessibile, sottile e leggerissimo che garantisce massima ergonomia e indossabilità, dispone di due programmi preimpostati.