Prendersi cura del cane: tre prodotti per la sua salute

Avere un cane in casa è una delle cose più belle che possono capitare. Se ne hai o ne hai avuto uno, sai benissimo di cosa sto parlando: sono affettuosi, amano giocare, fare e ricevere le coccole. Insomma, il cane può diventare davvero un amico da cui è impossibile separarsi: di fatto un membro aggiunto della famiglia.

Avere un animale domestico però comporta anche delle responsabilità. Bisogna stare attenti ai suoi bisogni e alle sue necessità, osservare bene i suoi comportamenti per capire se sta bene, è felice e, soprattutto, sano.

Prendersi cura del cane infatti non significa soltanto farlo giocare e portarlo a fare delle passeggiate al mare o al parco: bisogna fare di tutto per garantirgli salute e benessere ed è necessario fare in modo che queste attenzioni diventino una routine

In questo articolo abbiamo individuato alcuni aspetti importanti che riguardano la salute e la cura del cane: tre condizioni da tenere sempre sott’occhio per avere il tempo, qualore fosse necessario, di porvi rimedio utilizzando prodotti specifici che puoi trovare facilmente sul nostro shop online.

Pelo

Il pelo è sicuramente la parte del corpo a cui bisogna prestare più attenzione. Andrebbe spazzolato spesso (se non tutti i giorni almeno 3 volte a settimana): sia per rimuovere peli morti, sia per verificare la presenza di zecche o pulci.

Si può notare l’eventuale presenza di forfora, indicatrice di desquamazione cutanea che potrebbe avere varie cause; o trovare chiazze arrossate (eritemi) o biancastre (possibili infezioni cutanee).

Avere cura del cane significa lavarlo una volta al mese con uno shampoo apposito; dopodichè gli va applicato l’antiparassitario esterno, indispensabile per tenere lontani insetti e parassiti.

Per la cura e la salute del manto ti consigliamo Cutilen compresse, specificatamente formulato e dosato per integrare l’alimentazione giornaliera del cucciolo e del cane adulto. Contiene vitamine, minerali ed amminoacidi specifici ed indispensabili per ristabilire e mantenere le migliori condizioni di salute della cute e del mantello.

Denti

Forse non lo sapevi, ma la cura del cane, proprio come per noi essere umani, deve comprendere anche dall’igiene orale. In questo senso un ruolo importante lo svolge l’alimentazione. Se un cane mangia prevalentemente mangime secco, difficilmente avrà problemi a livello di denti. Diverso il discorso invece se se mangia cibo umido.

Un’altra cosa da fare ogni tanto è spazzolargli i denti, ma questo è un procedimento a cui andrebbe abituato sin da piccolo. Ovviamente con uno spazzolino apposito e senza dentifricio, che per i cani è tossico.

Spazzolare i denti del cane significa significa rimuovere la placca, che se non rimossa diventa tartaro che può trasformarsi in una gengivite. Per la cura del cane e i suoi denti ti consigliamo Restomyl Dentalcroc: previene la formazione e l’adesione della placca sulla superficie dentaria, migliorando l’alito e rallentando la deposizione del tartaro.

Contiene una particolare alga bruna, il cui uso è stato brevettato e i benefici sulla salute del cavo orale certificati, che impedisce la crescita sulla superficie dentaria della componente batterica della placca e riduce la deposizione del tartaro.

Occhi

Nel prendersi cura del cane gli occhi sono sempre una parte assolutamente da non trascurare, in particolar modo quando si nota una lacrimazione abbondante che lascia una sotto l’occhio e sul naso.

Nel cane è difficile notare problemi agli occhi, perchè, a differenza nostra, il bianco non si vede ed eventuali arrossamenti restano difficili da individuare. Le lacrime possono quindi rappresentare un campanello d’allarme e asciugarle consente almeno di evitare le infezioni cutanee intorno all’occhio.

In questi casi un controllo veterinario sarebbe la soluzione ideale, però ti possiamo consigliare un prodotto da tenere in casa e che potrebbe farti comodo in queste situazioni: Oculvet Gocce, indicato per la protezione della superficie oculare in tutte le condizioni caratterizzate da alterazioni quali-quantitative del film lacrimale (occhio secco, iper-reattività congiuntivale, effetti collaterali di trattamenti topici ecc.)