Proprietà e benefici della papaya, il frutto della vitalità

Originario del Messico, ma che cresce e viene coltivato in tutti gli ambienti tropicali, dal caratteristico sapore succoso e rinfrescante, la papaya è un frutto conosciuto e ormai apprezzato in tutto il mondo.

Non solo per la sua versatilità in cucina: può essere consumato sia fresco che cotto, utilizzato per la preparazione di dolci e di ricette salate, per aromatizzare la carne di maiale o di pollo, come ingrediente base per preparare conserve o marmellate oppure dare, per fermentazione, una specie di acquavite.

È soprattutto un prodotto dall’interessantissimo profilo nutrizionale. Cento grammi di papaya producono solamente 28 kcal, di cui il 91% sono carboidrati, il 3% grassi e il 6% proteine. Il frutto è ricco di acqua (89 g su 100) e contiene una buona quantità di fibre (2,3 g), il che lo rende un prodotto amico del transito intestinale, con proprietà uniche per la regolarizzazione della digestione.

Proprietà e benefici della Papaya

Iniziamo col dire che la papaya è ricca di un enzima, la papaina, molto utile per migliorare la digestione. È infatti particolarmente indicata in caso di stitichezza e ipertensione. La papaina ha anche la capacità di stabilire l’equilibrio acido-base nel corpo, facendolo virare verso l’alcalinità.

L’iperacidità infatti è il primo fattore di danneggiamento cellulare, spesso sollecitata da uno stile di vita scorretto (fumo, dieta squilibrata) e altri fattori negativi (stress, inquinamento).

La papaya è inoltre una miniera di antiossidanti: selenio, flavonoidi, carotene, la provitamina A che l’organismo trasforma in vitamina A. I suoi di carotenoidi principali sono il licopene e la beta-criptoxantina, che insieme agli altri ossidanti proteggono le cellule dai radicali liberi, limitando l’invecchiamento.

I flavonoidi tra l’altro reggono la permeabilità dei vasi sanguigni, quindi sono importanti per il microcircolo e per l’irrorazione del cervello.

La papaya è inoltre ricca di vitamina e sali minerali: vitamina C, vitamina A, potassio, zinco e magnesio, che aiutano combattere la stanchezza e a rimineralizzare l’organismo, donando energia e limitando lo stress psico fisico. Non a caso la papaya è anche chiamato il “frutto della vitalità”. Come ben sappiamo la vitamina C agisce anche per rinforzare il sistema immunitario, prevenendo malanni stagionali come influenza e raffreddore.

Grazie agli antiossidanti e alle fibre, che abbassano i livelli di colesterolo cattivo (LDL) nel sangue, e al potassio, che invece tiene sotto controllo la pressione arteriosa, si può dire che la papaya sia anche una buona alleata del cuore.

Infine questo frutto può essere considerato un po’ come uno spazzino: sia perché “rimedia” i danni di un’alimentazione squilibrata e povera di di frutta fresca e verdura, depurando l’organismo; sia perché favorisce le sostanze di scarto dell’organismo, purificando il sangue. Stimola i reni, aiuta a ridurre il sovrappose riattivando il metabolismo.

Si tratta dunque di un frutto molto importante che andrebbe consumato con buona frequenza. Se non è possibile mangiarlo fresco, una buona soluzione potrebbe essere ricorrere all’utilizzo di integratori specifici.

Su farmae.it trovi Papaya Pura: complemento alimentare utile contro l’invecchiamento, aiuta a rinforzare le difese immunitarie. Grazie all’esclusiva granulazione Optigran®, che rappresenta l’immediata solubilità, Papaya Pura è ideale per il consumo sublinguale, essendo quest’area del corpo quella con la massima capacità di assorbimento.